Giuseppe Fattori
Manuale di marketing sociale per la salute e per l’ambiente
Non solo saponette

Cultura e Salute Editore Perugia, 2020
ISBN 978-88-85595-09-5

                                                                                                         

 

“Perché non puoi vendere la solidarietà come vendi una saponetta?”
Con questa domanda nel 1951 il dott. Weibe, psicologo della ricerca, riferendosi alla pubblicità radio/televisiva diede inizio a quello che poi diventerà il “Social Marketing”. Dopo 70 anni il marketing sociale è maturo per andare oltre il semplice livello tattico e passare al livello strategico al fine di aumentare il benessere e la coesione sociale.
A questo proposito Ilona Kickbusch ha sottolineato la necessità, per la promozione della salute, di co-produrre soluzioni per sfide sociali complesse e il marketing sociale propone la co-progettazione con la comunità per raggiungere obiettivi comportamentali. Nel libro viene riservata una particolare attenzione al ruolo dei partner, al prodotto aumentato, alla comunicazione e ai social media con un approfondimento sul “Community Based Social Marketing” e il Nudging.
Al termine della parte teorica vengono presentate dieci esperienze pratiche nelle quali il marketing sociale è stato utilizzato per affrontare temi ambientali e di salute e quattro progetti degli studenti del corso di Marketing sociale-COMPASS dell’Università di Bologna. In appendice le più importanti ”Consensus Conference“ internazionali sull’argomento e una riflessione sul Marketing Sociale e l’interazione Uomo/Ambiente completano il volume.

ACQUISTA CON SCONTO E SPEDIZIONE IN ITALIA GRATUITA IN SETTIMANA 

Prezzo scontato: 20,00 16,00€




LEGGI

Marco Cremaschini
con la collaborazione di: Roberto Moretti, Marinella Valoti, Giorgio Barbaglio,
Giuseppe M. Masanotti, Roberto Fiandri
Promuovere la salute nei luoghi di lavoro.
L’esperienza della rete WHP Bergamo
Cultura e Salute Editore Perugia 190 pagine, 2017
ISBN stampa 978-88-85595-00-2
ISBN ebook 978-88-85595-02-6

Si riporta l’esperienza della rete di promozione della salute nei luoghi di lavoro sviluppata a Bergamo sotto la responsabilità scientifica del CeSPES e del ATS Bergamo. Il punto di forza del programma riportato in queste pagine è stata la sua capacità di evolvere valorizzando i contributi di molti attori del mondo della salute e del lavoro, ciascuno portatore di specifiche esperienze e competenze.
Il volume presenta un modello di eccellenza di promozione della salute nei luoghi di lavoro. Un modello importante da utilizzare e da contestualizzare nelle varie realtà lavorative nazionali.
Il Progetto  ha ottenuto il certificato di partner di eccellenza della Rete Europea ENWHP (European Network for Worplace Health Promotion) e nel 2013, candidato da Confindustria al Sodalitas Social Award, ha vinto il Premio Speciale per le iniziative di Responsabilità Sociale delle Associazioni Imprenditoriali. Oggi  è attiva la Rete Regionale “Aziende che promuovono salute – WHP Lombardia”, un network regionale di circa 500 aziende.

LEGGI ACQUISTA SU AMAZON

Bengt Lindstrom, Monica EriKsson

a cura di Giuseppe M. Masanotti
Salutogenesi. Una guida per promuovere la salute 
Cultura e Salute Editore Perugia 110 pagine; 2018
ISBN stampa 978-88-85595-01-9
ISBN ebook 978-88-85595-03-3

La disponibilità di un testo sulla salutogenesi in lingua italiana rappresenta una risorsa per facilitare il dialogo tra contesto italiano e studi ed esperienze promossi dalla International Union for Health Promotion and Education.
La guida costituisce un contributo significativo per una riflessione “su cosa genera salute” e su come individuo e società possano svilupparla. A partire dalla declinazione
di concetti chiave il testo illustra prospettive e strategie che favoriscono lo sviluppo di capacità e risorse che ogni soggetto e ogni comunità possiede e può mobilitare al fine
di condurre una vita attiva, produttiva e dotata di significato. Una netta differenziazione dalla modalità, ancora dominante, di considerare i problemi di salute a partire da malattie e malessere. Sottolineiamo la rilevanza dell’elaborazione culturale di coniugare il pensiero e il framework salutogenico di Antonovsky a valori, principi e dimensioni essenziali della promozione di salute quale l’empowerment, la costante ricerca di benessere e qualità della vita, nonché il riconoscimento della centralità dei determinanti di salute per costruire un progetto positivo di società.
La Guida è un utile strumento per arricchire la comprensione concettuale, teorica e pratica della promozione della salute e a rafforzare la strada per la ricerca futura e l’operatività. La lettura è consigliata non solo ai professionisti della ricerca in sanità pubblica e promozione della salute e dei servizi-socio-sanitari ma anche a quanti agiscono per l’empowerment e la partecipazione dei cittadini in favore di politiche pubbliche di salute.
Il volume è arricchito da un’Appendice che riporta il questionario SOC 13 validato in lingua italiana, curato dal gruppo di lavoro del professor Paolo Contu.

LEGGI ACQUISTA SU AMAZON

Filippo Antonio Bauleo, Alfredo Notargiacomo

Distretto e cure primarie. Strategie ed esperienze per una nuova sanità pubblica 
Cultura e Salute Editore Perugia  pagine221; 2018
ISBN stampa 978-88-85595-04-0
ISBN ebook 978-88-85595-06-4

Nel 1978, 134 Stati membri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, 67 agenzie internazionali e organizzazioni non governative, riuniti nella conferenza di Alma Ata, convennero su un elemento fondante: la primary health care costituiva l’unica strategia per raggiungere “la salute per tutti”. La politica sanitaria di Alma Ata coniugava salute, diritti umani, giustizia sociale per rendere universalmente accessibili i servizi sanitari essenziali. La primary health care garantiva il contesto concettuale e organizzativo per strutturare i servizi sanitari, dalle famiglie agli ospedali, dalla prevenzione alla cura. Oggi, essa torna al centro dell’attenzione della sanità pubblica.
Centro delle cure primarie, Il Distretto, il territorio, nella visione di chi scrisse la nostra Riforma sanitaria deve costituire il luogo dove il cittadino trova le risposte ai propri bisogni di salute.
Il volume presenta una selezione di articoli pubblicati sulla rivista “Sistema Salute. La rivista italiana di educazione sanitaria e promozione della salute”: da professionisti e studiosi di Emilia Romagna, Friuli, Lazio, Marche, Piemonte, Toscana e Umbria esperienze e riflessioni per sostenere e migliorare il Servizio Sanitario Nazionale.
Esperienze significative: sanità d’iniziativa, gestione integrata della cronicità, mappatura della fragilità, azioni di comunità nel progetto Microaree, Information Comunication Technology e servizi integrati domiciliari, infermiere delle cure primarie, educazione terapeutica del caregiver, ospedale di comunità.
Una lettura raccomandata a tutti gli attori della sanità e, in particolare, ai professionisti dei servizi territoriali.

LEGGI ACQUISTA SU AMAZON

Autori Vari

Promuovere salute al lavoro: politica, ricerca, esperienze

Supplemento a: 

Sistema Salute. La rivista italiana italiana di
educazione sanitaria e promozione della salute 
Cultura e Salute Editore Perugia 110 pagine; 2018
ISSN 2280-0166

Una raccolta di contributi sul tema “promozione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro” pubblicati nei nostri periodici, redatti da ricercatori e professionisti impegnati da sempre nel settore, al fine di mantenere alta l’attenzione su quello che è uno dei contesti nevralgici per la sanità pubblica e per il sistema sociale nel suo complesso e porre una prima pietra per lo sviluppo di una rete italiana con un proprio modello di gestione, in linea con gli standard europei, ma con proprie evidenze e interventi.  Una documentazione di esperienze ed evidenze  per una comunità di esperti capaci di dare una risposta efficace ai bisogni espressi dal mondo del lavoro.
Politiche, ricerche e azioni devono essere sviluppate e diffuse, in tempi come il nostro nei quali il lavoro torna ad essere all’attenzione sia per il riemergere di “vecchi” problemi (basti pensare alla più recenti morti sul lavoro), sia per le nuove proposte organizzative e produttive (Industria 4.0) che procureranno mutamenti economico-politico-sociali da esplorare.

LEGGI ACQUISTA SU AMAZON

Lamberto Briziarelli
I tanti luoghi di una vita
Cultura e Salute Editore Perugia  pagine 300
2019
ISBN 978-88-85595-05-7

L’idea di scrivere il libro nasce nella testa dell’autore qualche tempo dopo il pensionamento; cessata una fase assai intensa della vita volge, forse per la prima volta, la testa al passato. E scorge la quantità di case che ha abitato, tutte in luoghi diversi, sia pure in una stessa piccola regione; ed i tanti ambienti che ha visto nelle diverse situazioni che ha vissuto in una vita caratterizzata da un intenso peregrinare, un andare continuo durato poco meno di ottant’anni, due terzi del secolo breve ed oltre una decina del successivo ancora più svelto. E quindi descrive questo tragitto immaginando una sorta di piéce teatrale, divisa in quattro tempi, luoghi di riferimento della sua casa principale: Terni, Umbertide, Stroncone, Perugia. E di ciascuno racconta l’ambiente e le persone, le esperienze. Con un tratto di penna leggero e colori tenui disegna immagini a volte ben definite talora solo abbozzate. E così passo passo si dipana l’intera vita, in un susseguirsi di situazioni di maggiore intensità.
Coloro che hanno vissuto lo stesso periodo facilmente si riconosceranno nelle situazioni e nei personaggi descritti. Ogni giorno appare migliore del precedente, l’esperienza di ieri è il viatico per il domani, un continuum di progressivi avanzamenti, nella conoscenza, nel lavoro, nella famiglia, con gli amici.
Bene e meno bene, bello e brutto sono intrinsecamente legati, sale e zucchero della vita; questa è la sigla del libro. Un invito all’ottimismo che deriva dall’esperienza accumulata, dalla   II guerra mondiale al nuovo secolo. Ma tutto si tiene e la visione dell‘autore esprime un ottimismo contenuto, perché la vita è comunque bella, degna di essere vissuta.

LEGGI ACQUISTA SU AMAZON