Questo mese parliamo di

Il Teatro Sociale e di Comunità e la partecipazione culturale per il benessere e la salute

Alessandra Rossi Ghiglione

La letteratura scientifica ha messo in evidenza già dai primi anni duemila come la fruizione culturale, tra cui la frequentazione di musei o di concerti, specie se la fruizione non è individuale ma vissuta in gruppi e tra amici, è correlata positivamente alla salute con particolare riferimento all’aspettativa di vita, al benessere soggettivo percepito e al rapporto tra questo e la salute.

Il rapporto del Health Evidence Network su arti e salute ha realizzato una revisione della letteratura accademica mondiale degli ultimi 20 anni su questo argomento e ha trovato evidenze del contributo delle arti al trattamento o alla gestione delle condizioni acute e croniche che sorgono nel corso della vita, ma anche dei disturbi post-traumatici, quali ad esempio si stanno manifestando in questo periodo pandemico da coronavirus. Inoltre possono favorire la promozione della buona salute tenendo conto dei fattori che generano disuguaglianze e la prevenzione di una serie di condizioni di salute mentale e fisica (OMS Europa 2019).

 

Nel prossimo numero de La Salute Umana
PARLIAMO DI SCUOLA

La Salute Umana lancia per Ottobre una “chiamata” a discutere di buone pratiche per la salute a scuola tra coloro che nel campo dell’educazione, della salute, dell’ambiente, del sociale, del lavoro, della comunicazione stanno elaborando idee, stanno portando avanti sperimentazioni e ne stanno valutando i risultati. Una call aperta dunque a trecentosessanta gradi, considerando le dimensioni e la complessità del problema che ci vogliamo porre.

CALL FOR PAPERS
TITOLO: Educare e promuovere la salute a scuola: sconfinamenti e connessioni

SCOPI:Mappare le innovazioni educative nell’ambito della promozione della salute a scuola a partire dall’emergenza sanitaria ed educativa

SCADENZA: 31  Agosto 2020
Il dossier accoglierà saggi, ricerche ed esperienze che ripensano l’educazione e la promozione della salute a partire dall’emergenza sanitaria (inviare agli editors i contributi).

SELEZIONE CONTRIBUTI:È prevista una peer review dei contributi inviati.

EDITORS: Giancarlo Pocetta, giancarlo.pocetta@unipg.it; Patrizia Garista, patrizia.garista@unipg.it